Chi siamo

Sotterranei di Roma - chi siamo

La nostra Associazione è formata da persone che hanno la passione per Roma e che amano scoprire i suoi tesori lentamente, con gusto, come se si sorseggia una coppa di buon vino. Questa filosofia la troverai in questo sito web, dove la quantità e la qualità di quanto contenuto, da appunto la sensazione di poter disporre di un patrimonio illimitato e, allo stesso tempo, di qualcosa di assolutamente unico e indescrivibile.
Far parte dei Sotterranei di Roma significa condividere il rispetto per la storia, per l’ambiente, per le tradizioni ma, soprattutto amarla. Quindi se ti riconosci in questo, diventa uno di noi. Portaci la tua esperienza, la tua storia e le tue tradizioni e permettici di condividere le nostre. Insieme diventeremo una potenza, saremo invincibili e nessuno ci potrà fermare. Raccontiamo insieme, al mondo, la nostra storia!!!!

Perché diventare Socio

La quota sociale per diventare socio dei Sotterranei di Roma è di 10€ all’anno, si ho detto dieci. Perché così bassa? Perché in epoca romana si andava alle terme con un corrispettivo, che oggi equivarrebbe a 50 cent/€. Non si può guadagnare con i servizi essenziali e la cultura è uno di questi. Quindi il prezzo, soprattutto in confronto a ciò che ti viene dato, deve essere irrisorio. Tutti devono potervi accedere. Con la quota sociale quindi, avrai diritto a :

  • Possibilità di partecipare ai tour riservati ai Soci (Tour guidati) (link)
  • Possibilità di partecipare agli approfondimenti didattici dedicati ai Soci (serate di approfondimento a tema) (link)
  • Sconti e agevolazioni con enti convenzionati
  • Abbonamento annuale alla rivista Archeologia Sotterranea a costo agevolato (link)
  • Utilizzo del sito web con accesso privilegiato (link)



I Sesterzi

Durante la Repubblica romana il Sesterzio era una piccola moneta d'argento, coniata raramente.
Durante l'Impero romano, con Augusto, diventò una moneta di oricalco (ottone) e di grandi dimensioni. Quattro Sesterzi facevano un Dinario.
Il Sesterzio fu messo fuori corso nel IV secolo, e sostituito dall’Antoniniano. Quest’operazione aumentò l’inflazione del tempo.
Il sesterzio rappresenta meglio di ogni altra tipologia monetale romana la grande capacità artistica e interpretativa degli incisori, livelli che non vennero mai più raggiunti, fino all'avvento del conio industriale.
I sesterzi hanno anche rappresentato un formidabile mezzo di propaganda e informazione, questo in virtù della qualità del conio, delle generose dimensioni e della sua grande diffusione. Il sesterzio era anche usato normalmente come unità di conto. Somme particolarmente rilevanti erano registrate come sestertia milia, migliaia di sesterzi.

Da oggi, per editto imperiale, i Soci dei Sotterranei di Roma nominano il Sesterzio romano la moneta ufficiale. Esso sarà utilizzato per la sottoscrizione di beni e servizi.

Quando si usano i sesterzi Acquista i sesterzi con una normale transazione on line (link) e per accumularli nel tuo 'conto' presso di noi. Ogni volta che vorrai pagare un servizio associativo, potrai utilizzare i sesterzi in tuo possesso.

Come si acquistano i Sesterzi I Sesterzi possono essere donati dal Senatus, ad esempio in occasione del proprio compleanno, ma molto più semplicemente andando al servizio del cambiavaluta on line (link) che, in cambio della moneta locale moderna, ti permetterà di acquistare Sesterzi (1 Sesterzio = 1 Euro). Il sistema è semplicissimo e di facile intuizione, e assolutamente guidato passo-passo.
Tuttavia considera che se non vuoi fare transazioni bancarie o con carta di credito, è sempre possibile acquistare sesterzi presso il nostro operatore in occasione di un evento associativo.

Anche per quest’anno, nonostante la crisi economica diffusa in tutto l’impero per l'insurrezione di alcune provincie in Gallia, il cambio resta stabilito come 1 Sesterzio = 1 Euro.

autenticati o registrati per procedere all'iscrizione