Blog

  • Home
  • Blog
  • Realizzata Giunzione in Carcaraia - Dove gli abissi convergono: siamo intorno ai 50 km di complesso

Realizzata Giunzione in Carcaraia - Dove gli abissi convergono: siamo intorno ai 50 km di complesso

  • di angelo mele
  • 26 Set 2018 alle 9.13

Speleologia Ricerca Esplorazione

Condividi:
Siamo in Alpi Apuane in Toscana, nella zona interna, nel Comune di Minucciano.
Carcaraia. Il versante settentrionale del Monte Tambura è un ampio declivio ondulato caratterizzato da una elevata concentrazione di doline e campi solcati. In questa valle i primi speleologi si sono affacciati a metà degli anni 60, ma il grosso delle esplorazioni sono partite dopo i primi anni 90. In questa valle ci sono una quindicina di abissi e una moltitudine di grotte più piccole. Ben 5 grotte superano i 1000 metri di profondità; ben poche sono le aree nel mondo che possono vantare un simile primato, tanto che nel 2017 è stato inaugurato il “Sentiero dei Meno Mille”, un tracciato esterno che va a toccare gli ingressi di molte grotte profonde.
Tra le maggiori:
L’abisso Paolo Roversi, con i suoi 1350 m di dislivello e i 4,2 km di sviluppo spaziale, è la grotta più profonda d’Italia.
Le altre sono il Complesso della Carcaraia costituito ora da 4 grotte scoperte e poi collegate fra loro: (Abisso Piero Saragato, Buca dell’Aria Ghiaccia, Abisso Mani Pulite che è stato collegato questo fine settimana con l’Abisso Gigi Squisio; -1125 m e 46 km sviluppo, nuova misura da verificare e integrare), l’abisso Perestroika (-1160 e 4,5 km sviluppo), e l’abisso Chimera (-1006 e 4 km sviluppo.)
In totale in questa valle sono stati esplorati oltre 60 km di sviluppo di reticolo carsico sotterraneo

Altri Articoli