Le nostre Attività

  • Esplorazioni

    Grazie all'esperienza pluri ventennale il Centro Ricerche Speleo Archeologiche può vantare un vasto curriculum di campagne di studio e attività, in collaborazioni con le più importanti istituzioni e organizzazioni di tutela dei beni archeologici. Per visualizzare le attività di studio più importanti, è stata creata una sezione dedicata, che riassume gli obiettivi e le attività più importanti svolte nel corso degli anni a sostegno della conoscenza e della valorizzazione del mondo archeologico sotterraneo.

    Leggi tutto

  • Visite GuidateLa nostra organizzazione per permettere a tutti di avvicinarsi al mondo della speleo archeologia e alla conoscenza del patrimonio archeologico sotterraneo, organizza sistematicamente, per i propri Soci, delle attività didattiche come convegni, simposi e visite guidate. E' possibile prendere visione del Programma o approfondire il nostro palinsesto, richiedendo delle visite o tour dedicati.

    Leggi tutto

Bunker di Mussolini

Bunker di Mussolini a villa TorloniaRiapre al pubblico il Bunker di Mussolini a villa Torlonia.
in un percorso museale arricchito di contenuti multimediali e materiali d'epoca, si visiteranno un bunker e due rifugi antiaerei. Per saperne di più clicca   Qui

Available  HERE  in            

I nostri video

  • Nemi - L'emissario del lago di Nemi
  • Corso di speleoarcheologia
  • Nemi - L'emissario del lago di Nemi
  • Corso di speleoarcheologia

Focus

  • Fontane di piazza del Popolo
    Una delle quattro fontane sottostanti l'obelisco, a piazza del Popolo

    Fontane di piazza del Popolo

    L'intera piazza è stata progettata e realizzata dall'architetto Valadier nel 1815 1816. La sistemazione della piazza è ispirata ll'arte egizia e romana antica. Valadier fu aiutato da numerosi artisti.

Bibliografia

  • Eliogabalo o l'anarchico incoronato

    Eliogabalo o l'anarchico incoronato

    Siriano d'Origine era per diritto ereditario il sacerdote del Dio Emesa.

    Col sostegno della madre Giulia Soemia, della nonna materna Giulia Mesa venne acclamato Imperatore dell'Impero Romano dalle truppe Mediorientali,  all'età di 14 anni.

    Nel suo regno c'era lussuria e caos, omosessulità e pederastia, prostituzione...

     Cerco' di sovvertire persino alcune delle più nobilli tradizioni romane: dapprima cercando di importare il culto solare Emesa a Roma,  anteponendolo al Dio Giove, signore del Panthon Romano, e poi in qualità di sacerdote del dio sposò una vergine Vestale (come a voler suggellare se stesso come il matrimonio tra Dio e Vesta), che era considerato un  sacrilegio dal popolo romano.

    Fu ucciso  in una latrina dalle sue stesse truppe pretoriane ormai stanche di vedere il proprio re che non rispettava le tradizione sacre, e poi fu gettato nel tevere con la madre, determinando con la sua morte l'irreparabile declino dell'impero Romano.

I Sotterranei

Esplorazioni