Visite guidate

Programma Tour dei Sotterranei di Roma

In questa pagina e' visualizzato il programma delle prossime 8 visite guidate.

Per prenotare e' necessario essere Soci e ogni Socio puo' prenotare anche per Ospiti.

Per prenotare e' vivamente consigliato prenotare utilizzando I sesterzi per pagare l'acconto. I Sesterzi possono essere ricaricati o dal sito con carta di credito o al tour presso il nostro operatore.

Sabato 25 Febbraio 2017
Gli scavi del Circo Massimo

Dopo la campagna di scavo del circo Massimo, apre per la prima volta al pubblico l’area archeologica del più grande edificio per lo spettacolo dell’antichità.
Il monumento, con i 600 metri di lunghezza e 140 di larghezza, nel corso dei secoli ha vissuto innumerevoli trasformazioni. Qui fin dall’età regia si sono svolte manifestazioni pubbliche di ogni genere: competizioni ippiche, cacce con animali esotici, rappresentazioni teatrali, esecuzioni pubbliche, ma anche processioni religiose e trionfali. In seguito l’area è divenuta luogo di passaggio dell'acqua Mariana, ha ospitato coltivazioni agricole e mulini, è divenuta proprietà privata della famiglia Frangipane, cimitero degli Ebrei per poi ospitare, a partire dal XIX secolo, gli impianti del Gazometro, magazzini, manifatture, imprese artigianali e abitazioni.
Nel percorso di visita si potrà accedere alle gallerie che un tempo conducevano alle gradinate della cavea (i senatori al piano terra e la plebe al piano superiore). Nelle gallerie, che si potranno percorrere per un tratto di circa 100 metri ciascuna, si potranno osservare anche i resti delle latrine antiche. Si proseguirà sulla strada basolata esterna ritrovata durante gli scavi, in cui spicca una grande vasca-abbeveratoio in lastre di travertino. Qui è possibile visitare anche alcune stanze che venivano utilizzate come botteghe (tabernae) per soddisfare le necessità del numeroso pubblico dei giochi: locande, negozi per la vendita di generi alimentari, magazzini, lupanari, lavanderie, ma anche uffici di cambiavalute necessari per assecondare il giro di scommesse sulle corse dei cavalli. Nella zona centrale dell’emiciclo sono visibili le basi dell’Arco di Tito, uno dei più grandi archi trionfali di Roma, a lui dedicato in occasione della vittoria giudaica. Da non perdere.

Partecipanti Max: 25
Prenotati: 13
Accedi o registrati per prenotare
Sabato 25 Febbraio 2017
I sotterranei di S. Cecilia in Trastevere

La Basilica di S.Cecilia, situata nella piazza omonima, sorge sulla casa della martire romana Cecilia e di suo marito Valeriano. Gli scavi sotto la chiesa, effettuati durante il restauro del 1899, evidenziarono effettivamente un gruppo di antichi edifici di età repubblicana con muri in opera quadrata di tufo e una colonna dorica. L'edificio mostra restauri e rifacimenti di età successiva, dal II al IV secolo d.C., quando venne unificato con altre costruzioni già esistenti e risalenti all'età repubblicana. Oltre a diversi ambienti costruiti in opera laterizia e con resti di mosaici pavimentali, vi si trova anche una grande stanza caratterizzata dalla presenza nel pavimento di sette vasche cilindriche in mattoni. La casa fu trasformata in titulus (denominato Ceaciliae) già nel V secolo finchè S.Gregorio Magno fece costruire la basilica primitiva nel VI secolo. S.Cecilia, rea di aver tentato di convertire Valeriano e il fratello Tiburzio, fu martirizzata nel 230 d.C. nei sotterranei della chiesa, dove tuttora si trova il calidarium, ossia l'ambiente nel quale la martire subì per tre giorni il supplizio: poichè, scaduto il terzo giorno, non era ancora stata soffocata dai vapori caldissimi, i suoi aguzzini la decapitarono per ordine dell'imperatore Marco Aurelio Severo Alessandro meglio noto come Alessandro Severo.

Partecipanti Max: 25
Prenotati: 2
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 26 Febbraio 2017
Tombe dipinte di Via Latina

Inserite nel parco urbano delle tombe di via Latina, uno tra i più belli di Roma, il sito conserva uno stupendo  tratto basolato dell'antica Via Latina che collegava Roma con Capua.
Queste vie consolari, su entrambi i lati, conservavano numerosi monumenti funebri che andavano dall’età  repubblicana fino all’alto medioevo.

Fu proprio qui che nel 1858, vennero scoperti i due tra i più eccezionali sepolcri visibili a Roma. Sul lato sud della via è il cosiddetto Sepolcro dei Valerii. Ricostruito negli alzati tra il 1859-61 per proteggere la camera sepolcrale sotterranea riccamente decorata, è datato tra il 160 e il 170 d.C. Esso era interamente rivestito di lastre di marmo bianco e all’interno interno conserva un’elaborata decorazione di medaglioni in stucco bianco.
Intorno al monumento sono state scavate diverse strutture architettoniche che ancora nel IV secolo d.C. probabilmente erano destinate alla sosta e al ristoro dei viaggiatori, che transitavano lungo la Via.
Sull'altro lato, quello nord, il c.d. sepolcro dei Pancrazi, datato alla fine del I secolo d.C. e così chiamato per il riferimento alle due iscrizioni che citano il collegio funeratizio dei Pancratii.
La prima camera sepolcrale è decorata con mosaici pavimentali ed affreschi lungo le volte e nelle lunette degli archetti del basamento. La seconda camera sepolcrale conserva la stupenda decorazione ad affresco e stucco delle volte e al centro della sala un grande sarcofago in marmo greco di fattura assolutamente eccezionale.

Partecipanti Max: 25
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 26 Febbraio 2017
Roma, il Tevere e i sotterranei

Roma come non l'avete mai vista. 
Faremo un tour tanto straordinario quanto originale, raccontandovi la città da due punti di vista, quello dei sotterranei e quello del fiume Tevere. 
Il fiume conosce bene Roma. La conosce perchè almeno due volte l'anno la inondava con le sue acque. Allagava i sotterranei delle chiese, le antiche Domus e i romani, nonostante sapessero questo, mantenevano un legame col proprio fiume. il Tevere infatti significava anche commercio, significava pesca e soprattutto significava la vita.
Un tour dove visiteremo i sotterranei di S. Nicola in carcere e una passeggiata sul battello,dove verrete accompagnati da un gustoso aperitivo, per poi terminare al pantheo, cuore della città eterna.

Programma del Tour
- Visita dei sotterranei di S. Nicola in carcere
- Tour dell'isola Tiberina
- Imbarco sul battello e visita sul Tevere (con aperitivo)

- Passeggiata da Castel S. Angelo al Pantheon

Tutte le domeniche alle ore 16
Per informazioni
clicca qui

Partecipanti Max: 25
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Lunedì 27 Febbraio 2017
I musei vaticani e la cappella Sistina

I Musei Vaticani costituiscono una delle collezioni d' arte e reperti archeologici più famose al mondo. Visitati giornalmente da migliaia di persone, conservano veri e propri tesori, alcuni dei quali (il Torso del Belvedere o il Lacoonte ad esempio) tra o più noti in assoluto. Collezioni molto varie sia per la cronologia, per le culture che abbracciano e per le diverse specie di manufatti che si possono ammirare (arazzi, statue, quadri, vasi, reliquiari, oggetti sacri in oro, argento, avorio), che sono state accumulate sin dalla fondazione della nuova Basilica Petrina in epoca rinascimentale. La visita si snoderà inoltre tra gli antichi appartamenti papali affrescati da Raffaello e la sua scuola per terminare con l' emozionante vista di quelli che sono considerati gli affreschi più belli e famosi: la Cappella Sistina. La visita porrà in particolare, un forte accento sul Giudizio Universale di Michelangelo e sulla conseguente visione escatologica del Cristianesimo.

Nessuna fila Il biglietto di ingresso include un'opzione speciale per cui entreremo saltando la lunga fila che caratterizza la visita al museo.

Partecipanti Max: 30
Prenotati: 1
Accedi o registrati per prenotare
Sabato 04 Marzo 2017
I sotterranei della basilica di S.Martino ai Monti

Uno degli esempi piu' belli ed affascinanti di cio' che possiamo trovare al di sotto di una delle chiese piu' note di Roma è quello del 'Titolo Equizio' (le primordiali basiliche cristiane), che si è conservato nei sotterranei della Basilica di S.Martino ai Monti al Colle Oppio.

Si tratta di un grande ambiente rettangolare in laterizio, suddiviso in tre navate da sei pilastri. E' evidentemente un edificio romano, databile intorno al III sec., facente parte delle vicine terme ed adibito in seguito, probabilmente, a scopi commerciali: un mercato coperto o più probabilmente un magazzino.

Alla fine del III sec. inizi del IV venne utilizzato per il culto cristiano. Un ulteriore più basso livello di sotterranei, ancora mai scavato, mantiene nascoste e inalterate le ricchezze di questo luogo di particolare suggestione e interesse.

Partecipanti Max: 25
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Sabato 04 Marzo 2017
I Musei Capitolini

I Musei Capitolini sono il principale museo civico comunale di Roma e fanno parte del Sistema dei Musei in comune. Si parla di "musei", al plurale, in quanto alla originaria raccolta di sculture antiche fu aggiunta da Benedetto XIV, nel XVIII secolo, la Pinacoteca, di soggetti prevalentemente romani.
La creazione del museo può essere fatta risalire al 1471, quando Papa Sisto IV donò alla città una collezione di importanti bronzi provenienti dal Laterano (tra i quali la Lupa capitolina), che fece collocare nel cortile del Palazzo dei Conservatori e sulla piazza del Campidoglio: ciò lo rende il più antico museo pubblico al mondo. Oggi con la nuova collocazione dela statua equestre (unica al mondo) del Marco Aurelio, e altre uniche ed importanti opere come il bronzo della lupa capitolina e il palazzo dei conservatori. 

Per i non residenti a Roma, il prezzo del Tour dovrà essere integrato con il costo del biglietto.

Partecipanti Max: 25
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 05 Marzo 2017
Ercolano e Oplontis, le perle partenopee

La città di Ercolano, già gravemente danneggiata dal terremoto del 62, venne poi distrutta dall'eruzione del Vesuvio (79), che la coprì con un'ingentissima massa di fango, cenere ed altri materiali eruttivi trascinati dall'acqua piovana che, penetrando in ogni apertura, si solidificò in uno strato compatto e duro di 15-20 metri.
Queste particolari circostanze hanno portato al seppellimento di Ercolano e alla eccezionale conservazione di materiali altamente deperibili, come i papiri e gli stessi alimenti, sigillati nel fango secco.
Una giornata che ci permetterà di visitare posti eccezionali come la casa dello scheletro, dell'Erma di Bronzo e la casa dell'Alcova.
Il pomeriggio visiteremo gli splendidi scavi di Oplontis, con l'eccezionale villa di Poppea.

La quota comprende - Passaggio in pulman - Guida autorizzata.

La quota non comprende - l'ingresso ai siti archeologici e tutto quanto non specificato nella voce 'La quota comprende'.

Partecipanti Max: 48
Prenotati: 6
Accedi o registrati per prenotare

Esplorazioni