Visite guidate

Programma Tour dei Sotterranei di Roma

In questa pagina e' visualizzato il programma delle prossime 8 visite guidate.

Per prenotare e' necessario essere Soci e ogni Socio puo' prenotare anche per Ospiti.

Per prenotare e' vivamente consigliato prenotare utilizzando I sesterzi per pagare l'acconto. I Sesterzi possono essere ricaricati o dal sito con carta di credito o al tour presso il nostro operatore.

Sabato 03 Settembre 2016
Passeggiata sui Fori di notte illuminati

I Fori rappresentano una testimonianza eccezionale ed unica nel suo genere di costruzioni e piazze monumentali  erette in un periodo di circa 150  anni  a partire da Cesare (46 a.C) per terminare con Traiano (113 d.C). Luoghi di straordinaria bellezza e monumentalita' (paradossalmente addossati al quartiere piu' popolare della Roma Antica: la Suburra) che mostrarono allora ed oggi tramite quanto di essi rimane, la potenza ma anche la raffinatezza dell' Impero. <BR>
Passeggiando intorno ai Fori - con un colpo d' occhio straordinario agevolato dalla pregevole illuminazione - rievocheremo questa straordinaria grandezza, ed ammireremo anche le - consuete per Roma - distruzioni, ricostruzioni e riutilizzi pluri-secolari che nei Fori   Imperiali assumono una particolare importanza relativamente al lungo periodo Medievale con testimonianze di pregevole fattura (come la Casa dei Cavalieri di Rodi o la Torre delle Milizie): una passeggiata nella grandezza dell' Impero, all' ombra della colonna Traiana.

Partecipanti Max: 40
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Sabato 03 Settembre 2016
I musei vaticani e la cappella Sistina

I Musei Vaticani costituiscono una delle collezioni d' arte e reperti archeologici più famose al mondo. Visitati giornalmente da migliaia di persone, conservano veri e propri tesori, alcuni dei quali (il Torso del Belvedere o il Lacoonte ad esempio) tra o più noti in assoluto. Collezioni molto varie sia per la cronologia, per le culture che abbracciano e per le diverse specie di manufatti che si possono ammirare (arazzi, statue, quadri, vasi, reliquiari, oggetti sacri in oro, argento, avorio), che sono state accumulate sin dalla fondazione della nuova Basilica Petrina in epoca rinascimentale. La visita si snoderà inoltre tra gli antichi appartamenti papali affrescati da Raffaello e la sua scuola per terminare con l' emozionante vista di quelli che sono considerati gli affreschi più belli e famosi: la Cappella Sistina. La visita porrà in particolare, un forte accento sul Giudizio Universale di Michelangelo e sulla conseguente visione escatologica del Cristianesimo.

Nessuna fila Il biglietto di ingresso include un'opzione speciale per cui entreremo saltando la lunga fila che caratterizza la visita al museo.

Partecipanti Max: 30
Prenotati: 8
Accedi o registrati per prenotare
Sabato 03 Settembre 2016
Il sacro Graal a Roma, tra misteri e leggende

Gerusalemme, Alessandretta o la Francia del Sud... No, secondo recenti teorie il Santo Graal è a Roma, sepolto nella tomba del diacono Lorenzo sotto il sacro suolo della Basilica di San Lorenzo al Verano.
Il sacro calice di Cristo, sembrerebbe non non essersi mai mosso da Roma nonostante la tradizione racconti di come, nel 258, il diacono Lorenzo abbia ricevuto in dono le reliquie ed i tesori della Chiesa dalle mani di Papa Sisto II in persona per poi consegnare il mitico calice di Cristo nelle mani di un soldato iberico. Secondo le ipotesi del dott. Barbagallo, ci sarebbero numerosi affreschi che raffigurano Lorenzo con il calice, mosaici proprio sopra la tomba del diacono e la presenza proprio sotto il suddetto mosaico di un ambiente absidale vuoto la cui funzione non è stata ancora accertata, forse il luogo dove la coppa è custodita.
Tutte queste ed altre ipotesi, non vennero ne confermate e ne confutate da tutti Papi che indagarono l'oggetto; nel Medioevo questo mistero ha favorito il turismo di Pellegrino alla Basilica di S.Lorenzo, già attivo perchè nel circuito delle 7 Chiese Giubilari. Andremo quindi a scoprire se il Sacro Graal è veramente stato lasciato a San Lorenzo e qui sempre stato in tutti secoli? 

Partecipanti Max: 40
Prenotati: 2
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 04 Settembre 2016
Il Bunker di Mussolini

Con l'entrata in guerra dell'Italia, nel giugno del 1940, Mussolini ordinò la realizzazione di un primo Rifugio antiaereo a Villa Torlonia, che fu ricavato attrezzando i locali sotterranei di una cantina per il vino che si trovava vicino al Teatro ed era da tempo in disuso.
Nel Rifugio erano presenti un telefono con una linea diretta riservata a Mussolini, una rete con materasso e un gabinetto.
La lontananza, le scomodità e i difetti di questo rifugio convinsero ben presto Mussolini della necessità di far attrezzare un secondo Rifugio antiaereo e antigas, più funzionale e collocato all'interno dell'edificio del Casino Nobile. Venne così realizzato un Rifugio nella sala centrale del seminterrato, piano che ospitava la stufa a carbone del riscaldamento ad aria ed era adibito a sede delle cucine (poi trasferite all'ultimo piano).
Dopo i bombardamenti di Torino, Milano e Genova dell'ottobre 1942, Mussolini decise che per la sua residenza privata a Villa Torlonia occorreva un vero Bunker "alla prova", ovvero in grado di resistere anche al colpo in pieno delle bombe più pesanti.
Il Bunker di Villa Torlonia non fu mai utilizzato, in quanto non era stato ancora completato quando il 25 luglio del 1943 Mussolini fu destituito e arrestato: mancavano le porte, i sistemi tecnologici e la calotta in cemento a copertura dell'uscita d'emergenza.

Partecipanti Max: 15
Prenotati: 8
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 04 Settembre 2016
Napoli sotterranea

E' la seconda città italiana per importanza di patrimoni ipogei, dopo Roma. La Napoli sotterranea sconosciuta e segreta. Arrivati a Napoli effettueremo la mattina un veloce giro del centro storico della città per avere una panoramica della superficie. Successivamente proseguiremo la visita nella Napoli sotterranea, ad una profondità di oltre 15 metri, per ammirare gli enormi ambienti utilizzati prima come cisterne e successivamente, durante l'ultimo conflitto mondiale, come rifugio antiaereo. Il laghetto sotterraneo ancora oggi alimentato dall'acquedotto greco romano, farà da contorno, prima di andare a visitare l'anfiteatro neroniano, sempre nel sottosuolo della città, entrando da uno dei famosi 'bassi', le abitazioni popolari di piano terra, tipiche del centro storico. Seguirà poi una visita alla stupenda basilica del 'Purgatorio ad Arco', con le originali sepolture a vista con l'ossario popolare, le inumazioni privilegiate, nei sotterranei della primordiale basilica sotterranea. Da non perdere. Biglietteria 10,00 Euro esclusa.

Possibilità di mangiare in una pizzeria aperta solo per noi (3pz di frittura a testa + 1 pizza a scelta + 1 bibita a scelta) - 10 Euro

Partecipanti Max: 48
Prenotati: 2
Accedi o registrati per prenotare
Domenica 04 Settembre 2016
Mini crociera sul Tevere agli scavi di Ostia antica

Un itinerario affascinante alla scoperta del fiume Tevere in un modo inedito ed originale, apprezzandone flora e fauna sorprendentemente ancora incontaminata.
Si procederà visitando gli scavi di Ostia antica, col suo immenso patrimonio archeologico perfettamente conservato.


Programma
Partenza in battello ore 9.30 
Arrivo ad Ostia ore 11.30 circa 
Ore 11.45 visita guidata 
ore 14.45 pranzo al sacco
ore 16.00 circa rientro a Roma (con trenino)

Il biglietto comprende passaggio in barca, colazione  e Guida .
Per i Bambini fini a un Max di 12 Anni il costo del Biglietto e di € 14.00.

Partecipanti Max: 40
Prenotati: 5
Accedi o registrati per prenotare
Venerdì 09 Settembre 2016
Il piccone del Duce nella Roma fascista

Nel grandioso quanto effimero progetto della riscoperta della Roma imperiale e la necessità di spazi per le adunate e le marce militari, nel Ventennio furono effettuati enormi lavori di demolizioni e di scavo nell'area compresa tra il Colosseo e il Tevere. Vedremo gli splendidi edifici dei Fori tornati alla luce durante questi lavori, i quartieri e i monumenti antichi scomparsi per creare gli spazi necessari a tale opera, Via dell'Impero (attuale via dei Fori Imperiali) nata sulle macerie delle abitazioni demolite, fino a piazza Venezia e a via del Teatro di Marcello, creata come prolungamento ideale della Via del Mare.

Per il tour verrano forniti gli auricolari da pagare in loco (1,50 €)

Partecipanti Max: 40
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare
Sabato 10 Settembre 2016
Il sacro Graal a Roma, tra misteri e leggende

Gerusalemme, Alessandretta o la Francia del Sud... No, secondo recenti teorie il Santo Graal è a Roma, sepolto nella tomba del diacono Lorenzo sotto il sacro suolo della Basilica di San Lorenzo al Verano.
Il sacro calice di Cristo, sembrerebbe non non essersi mai mosso da Roma nonostante la tradizione racconti di come, nel 258, il diacono Lorenzo abbia ricevuto in dono le reliquie ed i tesori della Chiesa dalle mani di Papa Sisto II in persona per poi consegnare il mitico calice di Cristo nelle mani di un soldato iberico. Secondo le ipotesi del dott. Barbagallo, ci sarebbero numerosi affreschi che raffigurano Lorenzo con il calice, mosaici proprio sopra la tomba del diacono e la presenza proprio sotto il suddetto mosaico di un ambiente absidale vuoto la cui funzione non è stata ancora accertata, forse il luogo dove la coppa è custodita.
Tutte queste ed altre ipotesi, non vennero ne confermate e ne confutate da tutti Papi che indagarono l'oggetto; nel Medioevo questo mistero ha favorito il turismo di Pellegrino alla Basilica di S.Lorenzo, già attivo perchè nel circuito delle 7 Chiese Giubilari. Andremo quindi a scoprire se il Sacro Graal è veramente stato lasciato a San Lorenzo e qui sempre stato in tutti secoli? 

Partecipanti Max: 40
Prenotati: 0
Accedi o registrati per prenotare

Esplorazioni