Villa Adriana

Villa Adriana
Vista delle Grandi Terme e del Canopo

Villa Adriana, patrimonio dell'Unesco è uno dei siti archeologici più sconosciuti e per questo sorprendenti. Questa affermazione nasce dalla considerazione che tutto il sottosuolo della villa è costellato dalla presenza di sotterranei. Opere idrauliche di scarico e di adduzione, strade sotterranee carrabili e vie pedonali che permettevano di far muovere gli schiavi e il personale addetto alla manutenzione, senza essere visti dall'Imperatore, tra i paradisiaci giardini esterni.

Se da un lato questo mondo sotterraneo ricchissimo ed ancora inviolato, permette di disporre di un potenziale di ricerca estremamente straordinario, dall'altro dobbiamo considerare che i primi scavi effettuati in villa nel corso del '500 (es. Pirro Ligorio) alla sistematica ricerca di statue ed oggetti di valore, causarono il riempimento di tutti gli ambienti sotterranei, utilizzati come discarica naturale dei materiali di risulta prodotti dallo scavo stesso.

La situazione speleo archeologica quindi, all'interno del complesso, si compone di enormi potenzialità di ricerca per l'accertato immenso patrimonio inesplorato disponibile, ma con enormi difficoltà di frequentazione essendo i pertugi quasi completamente ostruiti. Normalmente il diametro medio dei condotti ispezionabili va dai 40 e i 90 centimetri.

L'attività esplorativa va comunque avanti da diversi anni ed importanti scoperte sono state effettuate grazie all'enorme disponibilità della dott.sa B. Adembri, responsabile della Villa per la Soprintendenza Archeologica del Lazio e il dott. H. Manderscheid archeologo esperto di opere idrauliche e nostro indispensabile riferimento, per tutta la campagna di studio tutt'ora in corso.

Dettagli esplorativi:

Villa Adriana - Area superiore delle Grandi Terme

Si tratta dell'area che va dal criptoportico adiacente alla palestra delle Grandi Terme fino alla Piscina Limaria presente nella zona soprastante all'area delle Grandi Terme.
Un'area solo parzialmente studiata in passato e della quale si hanno poche risposte proprio rispetto all'approvigionamento e alla gestione dell'acqua necessaria per il funzionamento delle Grandi Terme.
Gli obiettivi dell'attività iniziali erano la determinazione della funzione idrica di un cunicolo che si diparte dal criptoportico e la relazione con un probabile canale di arrivo di acqua. L'evoluzione dell'attività ci ha portati allo studio della Piscina Limaria e del punto di contatto tra la Piscina Limaria e il cunicolo che era primario oggetto di studio e alla considerazione di un sistema idraulico più complesso che ha sicuramente subito diversi cambiamenti durante la costruzione della villa.
Sono stati effettuati rilievi delle zone in studio e di relazione con le strutture circostanti per la determinazione delle zone verso le quali era possibile inviare acqua a partire dai cunicoli e cisterne in studio L'attività sul campo è ancora in corso.

Villa Adriana - Ninfeo repubblicano

Si tratta di un'area della villa già nota e parzialmente esplorata, ma della quale non risultano studi sistematici rispetto agli aspetti idraulici e alla funzionalità.
Quest'area inoltre ha subito modifiche e riutilizzi nella storia della villa e che, per una vasta zona è ancora adiacente è ancora inesplorata e non vi sono stati effettuati scavi.
Obiettivo dell'attività è stato il rilievo e la mappatura dei cunicoli in modo da ricostruirne la collocazione spaziale e i punti di contatto con l'area esterna per andare a ricostruire le modalità di utilizzo e, possibilmente, la sequenza di costruzione del sistema che alimentava il Ninfeo sotto alla terrazza del Tempio di Venere.
Nel corso dello studio sono state iniziate diverse valutazioni per le eventuali relazioni con altre strutture presenti nei dintorni del ninfeo stesso. E' infatti risultato impossibile collocare molti elementi senza pensare alle relazioni con altre componenti circostanti e, in particolare, senza considerare l'evoluzione complessiva dell'area. I risultati dell'attività sul campo sono in corso di elaborazione.

Esplorazioni