Tuscolo

Tuscolo
Attività di pronto intervento speleo-archeologico

Tusculum, la nobile ed antica città posta tra le alture sovrastanti la via Labicana e la via Latina, a pochi passi dalle caldere del vulcano laziale. Carica di storia e di un passato glorioso affonda le sue origini in vari miti di fondazione, di derivazione greca con Telegono, figlio di Ulisse e di Circe o di derivazione latino-romana con Silvio, discendente di Enea.

L’intricato puzzle ricostruttivo che vede dal 1994 impegnati gli archeologi e gli storici della Escuela Española de Historia y Arqheologìa en Roma in collaborazione con l’Università di Tor Vergata, ha portato recentemente all’apertura di molte zone dell’antica città, come il teatro con le sue fila di gradini della cavea centrale, la piazza del foro e le mura a sud, insieme a cunicoli e cisterne, vera meraviglia di questo sito.

Sistemi di adduzione delle acque e di captazione sotterranea permettevano l’approvvigionamento idrico della città, facente parte della Lega Latina e avente dal 338 a.C. la cittadinanza romana. Un intrigo di gallerie e cunicoli consente così di riscoprirne i sistemi idraulici, la stratigrafia geologica e il mondo sotterraneo che si estende sotto i passi dei turisti e dei visitatori del neonato parco archeologico culturale.

Dal punto di vista speleo archeologico le potenzialità sono quindi elevate per la ricerca e la mappatura dei condotti e delle cisterne e per lo studio dell’idraulica antica, visto che i cunicoli permettono l’accesso diretto al sottosuolo del sito.

Il progetto di studio tutt’ora in corso d’opera è condotto in collaborazione con gli archeologi della Escuela Española diretti dalla dott.ssa Trinidad Tortosa e dalla dott.ssa Valeria Beolchini con le quali, ormai da qualche anno si è instaurato un rapporto diretto di confronto e ricerca che ha portato il CRSA a notevoli risultati sul piano della mappatura e dei rilievi delle cavità.


Davide Comunale.

Esplorazioni